LUN, 16 SETTEMBRE 2019

Regione, Musumeci: “Vado avanti”, ma resta il nodo della finanziaria

Dopo la bocciatura di numerosi emendamenti da parte del parlamento, la maggioranza sembra deflagrarsi ed il presidente della regione ha anche paventato l'addio. (scorri per leggere il resto)
Regione, Musumeci: “Vado avanti”, ma resta il nodo della finanziaria

Non poteva passare inosservata l’autentica “Caporetto” vissuta all’Ars dal governo Musumeci: mercoledì l’esecutivo è andato sotto su diversi punti ed emendamenti riguardanti la legge finanziaria, che da giorno 11 è all’esame dei settanta deputati regionali.

Per tutto il giorno di giovedì si è parlato di dimissioni: un’eventualità quest’ultima che, come ricostruisce LiveSicilia, è stata evocata dallo stesso Musumeci mentre proprio durante le votazioni in aula si trovava a Roma. Come si legge su ItalPress, il presidente ha però in seguito affermato la volontà di andare avanti ma al tempo stesso di puntare ancora su questa finanziaria.

Si cerca di recuperare somme congelando 280 milioni di Euro che dovevano essere versati allo Stato, mentre un maxi emendamento potrebbe essere presentato nelle prossime ore per “recuperare” le norme andate perdute con le votazioni di mercoledì. Musumeci dunque continua la sua azione, per il momento non si prevede nemmeno azzeramento della giunta. Si vedrà nelle prossime ore la consistenza dell’attuale maggioranza.

Intanto dalle opposizioni è arrivata la proposta, da parte del Movimento Cinque Stelle, di un esecutivo tecnico a guida Musumeci con il loro appoggio esterno. Netta condanna delle attuali diatribe sono invece arrivate da Pd e Leu.

Pubblicato da InfoAgrigento Quotidiano Online su Giovedì 14 febbraio 2019

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.