MAR, 20 AGOSTO 2019

Mandorlo 2019, le scuole avviano progetto “Adotta un Patrimonio”

“Già dal primo Febbraio -spiega- il Direttore del Parco Archeologico e Paesaggistico Valle dei Templi di Agrigento Giuseppe Parello- abbiamo proceduto ad assegnare alle scuole partecipanti i Patrimoni. (scorri per leggere il resto)
Mandorlo 2019, le scuole avviano progetto “Adotta un Patrimonio”

Gli istituti scolastici agrigentini, che partecipano al progetto sono in piena attività di studio, ricerca e approfondimento delle tematiche storiche e tradizioni culturali legate ad “Adotta un Patrimonio “: un progetto che mira ad introdurre il Patrimonio Immateriale Unesco nelle Scuole.

“Già dal primo Febbraio -spiega- il Direttore del Parco Archeologico e Paesaggistico Valle dei Templi di Agrigento Giuseppe Parello- abbiamo proceduto ad assegnare alle scuole partecipanti i Patrimoni.

Adottarlo -continua- significa conoscerlo, tutelarlo, acquisire un pensiero critico personale, frutto di un percorso di istruzione mirata, con l’obiettivo di sviluppare la propensione ai meccanismi di inclusione sociale, la visione della diversità culturale come ricchezza, e lo scambio e il dialogo nel rispetto di seppur differenti modi di vivere.”

Il progetto, ha registrato l’adesione di diverse scuole del capoluogo e della provincia a cui sono stati assegnati i Patrimoni che “adotteranno”.

Al Liceo Scientifico Odierna e all’I.C. Provenzani di Palma di Montechiaro è stato assegnato il Patrimonio Bolivia; al Liceo Scientifico Leonardo di Agrigento, la Korea; all’ I.T.C Nicolò Gallo di Agrigento, l’Equador; all’ I.C. Capuana di Aragona la Colombia.

Le scuole partecipanti stanno provvedendo a realizzare degli elaborati, che verranno poi presentati ai rappresentanti dei “Patrimoni” coinvolti, nel corso di un workshop che si terrà il 6 Marzo alle ore 10.00 e che sarà ospitato da ciascuna scuola che ha adottato il patrimonio.

Redazione

InfoAgrigento WebGiornale è una testata giornalistica nata del 2008, con ambito di interesse geografico legato alla provincia di Agrigento ed al contesto dell'informazione siciliana.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.