GIO, 18 LUGLIO 2019

Cresce la tensione a Porto Empedocle: spintoni a due assessori, raccolta rifiuti ancora ferma

Polizia, Carabinieri e Polizia Locale provano a sedare gli animi, ma alla vista dei mezzi di un'altra ditta appena entrati in città la tensione ha raggiunto livelli pericolosi. (scorri per leggere il resto)
Cresce la tensione a Porto Empedocle: spintoni a due assessori, raccolta rifiuti ancora ferma

Foto postata da Francesco Butticè sul gruppo “IoRestoaPortoEmpedocle”

Monta alta la tensione a Porto Empedocle, dove oramai lo sciopero dei netturbini prosegue ininterrottamente da una settimana.

Nelle scorse ore poi, nella centrale via Roma il nervosismo ha raggiunto livelli molto alti quando i mezzi di una ditta chiamata in sostituzione per raccogliere i rifiuti sono stati bloccati dagli operatori in sciopero. Il comune infatti si è servito in via eccezionale di una società esterna al consorzio Realmarina, che ha in appalto la gestione del servizio.

A quel punto gli operatori hanno sbarrato la strada impedendo ai mezzi di effettuare il proprio lavoro. Due assessori comunali che, scortati dalla Polizia, assistevano alle operazioni dei mezzi sarebbero stati oggetto di pesanti insulti ed avrebbero ricevuto alcuni spintoni.

Sul posto ovviamente sono arrivati i rinforzi da parte delle forze dell’ordine: Polizia, Carabinieri e Polizia Locale hanno provato a sedare gli animi, ma la tensione resta comunque alta. Gli operatori rivendicano le mensilità arretrate ed andranno avanti finché non riceveranno le somme. Oltre alla tensione, Porto Empedocle deve fare i conti con casse sempre più in rosso e con la spazzatura che in più parti è accatastata da una settimana intera.

Redazione

InfoAgrigento WebGiornale è una testata giornalistica nata del 2008, con ambito di interesse geografico legato alla provincia di Agrigento ed al contesto dell'informazione siciliana.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.