LUN, 25 MAGGIO 2020

Operazione Kerkent, il tribunale del riesame conferma otto arresti

Il Tribunale del Riesame di Palermo ha confermato otto dei trentadue arresti nell’ambito dell’inchiesta antimafia denominata “Kerkent” scattata lo scorso 4 marzo (scorri per leggere il resto)
Operazione Kerkent, il tribunale del riesame conferma otto arresti

L’operazione, come si ricorderà, vede varie ipotesi di reato contestate: associazione mafiosa, partecipazione e concorso in associazione per delinquere finalizzata al traffico ed allo spaccio di sostanze stupefacenti (aggravata dal metodo mafioso), detenzione abusiva di armi, sequestro di persona a scopo di estorsione aggravato, fino al danneggiamento mediante incendio.

Il provvedimento di conferma – come riporta il quotidiano Grandangolo – riguarda Angelo Iacono Quarantino, 28 anni, di Porto Empedocle; Giuseppe Messina, 31 anni, di Agrigento; Francesco Vetrano, 34 anni, di Agrigento; Gabriele Miccichè, 29 anni, di Agrigento; Alessio Di Nolfo, 33 anni, di Agrigento; Salvatore Ganci, 45 anni, di Agrigento; James Burgio, 26 anni, di Porto Empedocle e Gerlando Massimino, 31 anni, figlio di Antonio Massimino, quest’ultimo considerato dagli investigatori il presunto reggente della famiglia mafiosa di Agrigento.

Il blitz, ordinato dalla Direzione Distrettuale Antimafia di Palermo, è stato eseguito da una ventina di carabinieri, supportati da unità cinofile sotto il coordinamento della Direzione Investigativa antimafia di Agrigento.

Redazione

InfoAgrigento WebGiornale è una testata giornalistica nata del 2008, con ambito di interesse geografico legato alla provincia di Agrigento ed al contesto dell'informazione siciliana.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.