GIO, 20 FEBBRAIO 2020

Carenza di medici, l’Asp di Agrigento bandisce concorso

Troppi i posti vacanti sia all’ospedale San Giovanni di Dio di Agrigento che in quello di Sciacca (scorri per leggere il resto)
Carenza di medici, l’Asp di Agrigento bandisce concorso

Due grandi nosocomi che, nonostante le procedure di mobilità, rimangono scoperti in alcuni settori che riguardano il settore diagnostico di endoscopia digestiva. Fatto questo che allunga ulteriormente le già interminabili liste d’attesa per gli utenti che necessitano di uno screening finalizzato soprattutto alla prevenzione di patologie degenerative.

Nonostante lo “Stop” imposto dall’Assessorato regionale alla Salute, circa il reclutamento attraverso procedure concorsuali, ecco che il commissario straordinario dell’Asp di Agrigento, Giorgio Giulio Santocito, ha comunicato al suddetto assessorato l’intenzione di bandire dei concorsi pubblici per titoli ed esami al fine di colmare questa falla nei servizi sanitari offerti ai cittadini.

Indetto dunque un bando di concorso pubblico per titoli ed esami per la copertura di sei posti di dirigente medico. Tre posti, per l’area chirurgica, sono per il servizio di Endoscopia digestiva dell’ospedale “San Giovanni di Dio” di Agrigento. Le branche specialistiche sono: Chirurgia dell’apparato digerente ed Endoscopia digestiva, Tre posti, per l’area medica, sono per il servizio di Endoscopia digestiva dell’ospedale “Giovanni Paolo II” di Sciacca. I requisiti generali sono, naturalmente, la cittadinanza italiana e l’idoneità all’impiego. Quelli specifici sono invece: laurea in medicina e chirurgia conseguita in una università statale della Repubblica italiana o in una università non statale abilitata a rilasciare titoli accademici aventi valore legale; specializzazione nelle branche specialistiche richieste; iscrizione all’ordine professionale.

Redazione

InfoAgrigento WebGiornale è una testata giornalistica nata del 2008, con ambito di interesse geografico legato alla provincia di Agrigento ed al contesto dell'informazione siciliana.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.