MER, 26 GIUGNO 2019

Interdittiva Hydortecne, ecco le motivazioni

Ecco cosa ha spinto il prefetto a firmare l'interdittiva antimafia nei confronti della società (scorri per leggere il resto)
Interdittiva Hydortecne, ecco le motivazioni

Sarebbe una delle società collegata a Girgenti Acque e sussisterebbero “elementi relativi a tentativi di infiltrazione mafiosa” poichè essa fa “capo alla medesima compagine proprietaria a carico della quale, nel novembre del 2018 sono stati accertati i presupposti interdittivi”.

Sarebbero queste le motivazioni della interdittiva antimafia emessa nei confronti della società Hydortecne che per conto della Girgenti Acque svolgeva alcune attività collegate, quali ad esempio quelle relative all’installazione dei contatori idrici o all’invio delle bollette.

E’ stato il Prefetto di Agrigento ad emettere il provvedimento che rappresenta, nei fatti, una continuità rispetto alla precedente interdittiva emessa nei confronti di Girgenti Acque, oggi commissariata. La Hydortecne sarebbe infatti gestita da un uomo di fiducia di Campione, fatto quest’ultimo che – secondo la Prefettura – con il commissariamento della Girgenti Acque non lederebbe i rapporti e dunque possibili influenze sulla società.

Probabile che adesso sia direttamente l’Anac ad intervenire con un altro eventuale commissariamento.

Redazione

InfoAgrigento WebGiornale è una testata giornalistica nata del 2008, con ambito di interesse geografico legato alla provincia di Agrigento ed al contesto dell'informazione siciliana.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.