LUN, 18 NOVEMBRE 2019

L’interrogatorio al comandante della Sea Watch: “Rifarei tutto”

L'interrogatorio è iniziato puntuale a mezzogiorno ed è terminato dopo ben sette ore (scorri per leggere il resto)
L’interrogatorio al comandante della Sea Watch: “Rifarei tutto”

E’ terminato intorno alle 19:30 l’interrogatorio di Arturo Centore, il comandante della nave “Sea Watch 3” sequestrata nei giorni scorsi dalla procura di Agrigento e ormeggiata da lunedì all’interno del porto di Licata.

Lo si legge in una nota di AgenziaNova: un interrogatorio molto lungo, effettuato dai magistrati della Procura della città dei templi, iniziato a mezzogiorno e sospeso intorno alle 14:00 soltanto per una pausa pranzo.

Aria distesa all’uscita dell’interrogatorio, anche se sia l’indagato che i suoi legali appaiono ovviamente stanchi per la durata del colloquio con i magistrati.

Centore è l’unico indagato per favoreggiamento dell’immigrazione clandestina tra i membri dell’equipaggio della “Sea Watch 3”, che la settimana scorsa salvano alcuni migranti nelle acque del Mediterraneo. Fonti vicine all’ong tedesca Sea Watch, affermano che il comandante ha risposto “puntigliosamente a tutte le domande” dei magistrati agrigentini.

“Rifarei tutto – dichiara lo stesso Centore alla stampa all’uscita del tribunale – Rifarei tutto quello che ho fatto”. La nave intanto rimane sotto sequestro presso il porto di Licata.

Redazione

InfoAgrigento WebGiornale è una testata giornalistica nata del 2008, con ambito di interesse geografico legato alla provincia di Agrigento ed al contesto dell'informazione siciliana.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.