DOM, 15 SETTEMBRE 2019

Blitz Assedio: “Colpo importante contro la criminalità a Licata”

Il comandante provinciale dei Carabinieri illustra i risultati dell'operazione compiuta nelle scorse ore a Licata (scorri per leggere il resto)
Blitz Assedio: “Colpo importante contro la criminalità a Licata”

Slot machines, ma anche i proventi dei parcheggi abusivi in località balneari quali Mollarella e poi ancora estorsioni, fino a coinvolgere anche un cantiere in Germania: sono questi i tratti salienti illustrati nella conferenza stampa successiva al blitz “Assedio”.

A mostrare i risultati più significativi della nuova operazione dei Carabinieri, è il comandante provinciale Giovanni Pellegrino: “Abbiamo agito anche su questa parte della provincia di Agrigento, dopo i blitz Opuntia a Sciacca e Montagna nelle zone dei Sicani. Si tratta di un vero e proprio nostro assedio contro cosa nostra”.

Coinvolto anche un consigliere comunale incarica, ossia Giuseppe Scozzari il quale, in un video, cammina a braccetto con Angelo Occhipinti, boss di Licata. A quest’ultimo commercianti e semplici cittadini si rivolgono nei momenti di bisogno, quando si subiscono presunte intimidazioni oppure quando si subisce un furto. Una vera e propria autorità, rispettata anche al di fuori degli ambienti malavitosi.

Le indagini sono state lunghe e complesse, ma alla fine hanno consentito di disarticolare le famiglie mafiose di Licata e di Campobello di Licata.

Di seguito, l’intervista al comandante Giovanni Pellegrino:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.