GIO, 12 DICEMBRE 2019

Primo “furbetto” del reddito di cittadinanza scovato in un cantiere

Percepiva il reddito di cittadinanza, ma lavorava a nero in un cantiere peraltro abusivo (scorri per leggere il resto)
Primo “furbetto” del reddito di cittadinanza scovato in un cantiere

È successo a Realmonte, piccolo centro alle porte di Agrigento, noto per le miniere di salgemma.

I Carabinieri della locale Stazione stavano effettuando dei controlli di routine, finalizzati alla repressione dei reati in materia di abusivismo edilizio. In Contrada Pergole, hanno sequestrato un cantiere abusivo dove, senza alcuna autorizzazione, si stavano svolgendo dei lavori per la realizzazione di una veranda chiusa e altre strutture annesse, in un’abitazione privata.

All’opera quattro persone, tutte denunciate dai Carabinieri per reati in materia di edilizia. Una di queste, è stata denunciata anche per il reato di truffa, ai danni dell’INPS, perché beneficiaria del “reddito di cittadinanza”. In tasca, l’improvvisato muratore, aveva la carta per il prelievo del citato beneficio.

Redazione

InfoAgrigento WebGiornale è una testata giornalistica nata del 2008, con ambito di interesse geografico legato alla provincia di Agrigento ed al contesto dell'informazione siciliana.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.