DOM, 08 DICEMBRE 2019

Ati idrico, arriva la svolta: sì alla società consortile per la gestione del servizio

L'annuncio dopo la riunione tenuta questo venerdì pomeriggio tra i sindaci della provincia di Agrigento (scorri per leggere il resto)
Ati idrico, arriva la svolta: sì alla società consortile per la gestione del servizio

Svolta storica oggi ad Agrigento. L’Ati ha scelto l’Azienda speciale consortile, l’acqua, quindi, torna pubblica. Solo otto si sono astenuti ma che hanno avuto l’istruttoria semi positiva alla 147.

“Complimenti ai miei colleghi – afferma il sindaco di Palma di Montechiaro Castellino – che hanno, finalmente, realizzato quello che sembrava essere soltanto un sogno e rimanere tale. Il mio comune è uno di quei pochi non consegnatari della rete idrica ed è da sempre in prima linea in difesa dell’acqua pubblica, una battaglia che abbiamo sempre compiuto a Palma di Montechiaro con l’intera classe dirigente locale, senza differenza di colore politico”.

Soddisfazione vine espressa anche da diversi promotori della manifestazione tenuta giovedì ad Agrigento, dinnanzi al comune: “Ha vinto la volontà popolare, è un traguardo storico”, commenta Mariangela Cacciatore, consigliere di Joppolo Giancaxio in questi mesi in prima linea per promuovere la strada della società consortile.

 

Redazione

InfoAgrigento WebGiornale è una testata giornalistica nata del 2008, con ambito di interesse geografico legato alla provincia di Agrigento ed al contesto dell'informazione siciliana.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.