LUN, 14 OTTOBRE 2019

Ancora sbarchi a Lampedusa, hotspot sempre più a rischio collasso

Nuovi arrivi sull'isola più grande delle Pelagie, le parole del sindaco Totò Martello (scorri per leggere il resto)
Ancora sbarchi a Lampedusa, hotspot sempre più a rischio collasso

Non c’è tregua a Lampedusa dopo che nelle ultime ore non si arrestano gli sbarchi “fantasma” di migranti sull’isola.

In meno di diciotto ore sono oltre 150 i migranti approdati sull’isola; nove i “barchini” che hanno raggiunto l’isola e ora scatta l’emergenza all’Hotspot di contrada Imbriacola che può avere una capienza massima di 95 persone.

Previsti già da oggi alcuni trasferimenti con traghetti di linea per alleggerire il centro di prima accoglienza.

“Nessuna emergenza a Lampedusa – afferma il sindaco di Lampedusa, Totò Martello – . La situazione non è mai cambiata. I migranti sono sempre arrivati, anche prima, perché il problema non è mai stato affrontato e risolto. Se a Lampedusa arrivano e poi vengono trasferiti altrove, problemi non ce ne sono. Si creano invece, dal momento in cui i migranti vengono tenuti a Lampedusa per giorni. Ma se continua così significa che gli impegni che abbiamo preso con questo ministro dell’Interno, Luciana Lamorgese, funzionano. Col precedente ministro nemmeno parlavamo”.

Intanto ieri, nella giornata del migrante arriva l’appello del Papa: “Il Signore ci chiede di mettere in pratica la carità nei loro confronti; ci chiede di restaurare la loro umanità, assieme alla nostra, senza escludere nessuno, senza lasciare fuori nessuno”.

Redazione

InfoAgrigento WebGiornale è una testata giornalistica nata del 2008, con ambito di interesse geografico legato alla provincia di Agrigento ed al contesto dell'informazione siciliana.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.