LUN, 14 OTTOBRE 2019

Lampedusa, è stata la “strage delle donne”: 13 i corpi recuperati dopo il naufragio

Il tragico bilancio non è ancora definitivo (scorri per leggere il resto)
Lampedusa, è stata la “strage delle donne”: 13 i corpi recuperati dopo il naufragio

Al momento, sono tredici le salme recuperate dagli uomini della Guardia costiera e della Guardia di finanza dopo il naufragio avvenuto nella notte a largo delle coste di Lampedusa.

Ventidue invece i superstiti tratti in salvo. Le donne sarebbero tutte di origine subsahariana e pare che un’altra sia invece in coma in gravi condizioni di salute.

La tragedia si è consumata a circa sei miglia a largo delle coste italiane, dove un barchino si sarebbe rovesciato mentre era in corso l’intervento di soccorso delle motovedette della Guardia Costiera e della Guardia di Finanza.

A coordinare le indagini sono i magistrati della Procura della Repubblica di Agrigento. Sull’isola è arrivato infatti l’aggiunto Salvatore Vella. A bordo della carretta del mare, pare che vi erano circa 50 migranti; fra i dispersi anche 8 bambini.

Dure le reazioni da parte del Sindaco dell’isola, Totò Martello: “Non si può continuare a morire così a poche miglia dall’isola. E’ necessario un dispositivo di soccorso”.

Redazione

InfoAgrigento WebGiornale è una testata giornalistica nata del 2008, con ambito di interesse geografico legato alla provincia di Agrigento ed al contesto dell'informazione siciliana.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.