GIO, 14 NOVEMBRE 2019

Disabile incatenato e segregato, due persone arrestate dai Carabinieri

Macabra scoperta da parte dei Carabinieri a Naro, scattano gli arresti (scorri per leggere il resto)
Disabile incatenato e segregato, due persone arrestate dai Carabinieri

Avrebbero tenuto segregato ed in catene un giovane disabile con problemi psichici. Con questa accusa due persone, tutori del giovane disabile, sono finiti in manette dopo l’operazione condotta dai militari dell’Arma dei Carabinieri di Naro, coordinati dal comando Compagnia di Licata dopo l’autorizzazione del procuratore capo di Agrigento Luigi Patronaggio e dal sostituto Gloria Andreoli.

L’accusa sarebbe di maltrattamenti e sequestro di persona. Le indagini, svolte con pedinamenti e intercettazioni, avrebbero rivelato vere e proprie giornate di “orrore” vissute dal disabile.

Appresa la notizia è intervenuta la sindaca di Naro, Maria Grazia Brandara: “Una vergogna che ferisce la nostra comunità e sono certa di parlare a nome di tutti i miei concittadini. Sono comportamenti inqualificabili, esecrabili e meschini. Il mio plauso alla stazione dei Carabinieri di Naro agli ordini del Maresciallo Marco Gelardi, a quelli della Compagnia di Licata guidati dal Capitano Lucarelli e a quelli del Comando Provinciale guidati dal Colonnello Pellegrino. Grazie alla Procura della Repubblica di Agrigento sotto l’abile guida del Procuratore Luigi Patronaggio, cittadino onorario di Naro“.

Redazione

InfoAgrigento WebGiornale è una testata giornalistica nata del 2008, con ambito di interesse geografico legato alla provincia di Agrigento ed al contesto dell'informazione siciliana.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.