MAR, 10 DICEMBRE 2019

Agrigento prima in classifica per “Satira Agrigentina”

Non è vero che Agrigento è l’ultima città italiana per qualità della vita. È questa la notizia che emerge da “Satira Agrigentina”  in barba alla classifica nazionale che assegna l’ultimo posto alla Città dei Templi a causa di diversi problemi che non garantiscono strutture e servizi adeguati alle esigenze  del buon vivere dei cittadini. (scorri per leggere il resto)
Agrigento prima in classifica per “Satira Agrigentina”

Non è vero che Agrigento è l’ultima città italiana per qualità della vita. È questa la notizia che emerge da “Satira Agrigentina”  in barba alla classifica nazionale che assegna l’ultimo posto alla Città dei Templi a causa di diversi problemi che non garantiscono strutture e servizi adeguati alle esigenze  del buon vivere dei cittadini. La classifica, stilata da  ItaliaOggi, dall’Università La Sapienza di Roma, in collaborazione con Cattolica Assicurazioni, ha suscitato l’ironia del noto blog locale che con sana comicità ha invertito l’esito del sondaggio assegnando il primo posto nazionale ad Agrigento. Come? Invertendo il documento contenente l’elenco delle città tra le mani del sindaco Calogero Firetto che esclama “Siamo primi”!.

Si tratta ovviamente di un fotomontaggio che non è passato indifferente sui social dove è stato pubblicato accompagnato da un post dal titolo “Agrigento e la classifica della qualità della vita: tutto è bene quel che finisce bene”. La stessa “Satira Agrigentina” è andata avanti con altre espressioni a supporto della vignetta: “Agrigento, sindaco chiede al giornale ItaliaOggi di ripubblicare l’ultima classifica della qualità della vita in ordine alfabetico”.

Inevitabilmente sono esplosi i commenti che hanno diviso  gli agrigentini i quali, traendo spunto dalle riflessioni offerte dalla satira, hanno manifestato pareri diversi e anche contrastanti tra loro. Tra gli intervenuti attraverso i post c’è chi da cittadino  ha fatto un’ autocritica alla realtà dei fatti denunciando tutte quelle carenze che non permettono ad Agrigento di poter garantire una migliore qualità di vita per chi la popola. Esperienze personali, punti di vista e soluzioni, sono state messe sul social nel tentativo di fornire una riflessione e uno spunto su cosa la città abbia bisogno per riemergere e offrire un nuovo stile di vita. Al contrario, c’è stato anche chi, forse per un eccesso di attaccamento alle radici, ha criticato la classifica ritenendo la propria città tra le migliori.

Di critiche siamo pieni, ma di proposte e nuove idee siamo scarsi” si legge tra i commenti. Ed ancora “L’assenza di autocritica è alla base di tutti i problemi di questa città”. Chi aggiunge commenti ancora più duri: “Purtroppo è la nostra mentalità ed è per questo motivo che nulla potrà cambiare. Negare, negare e negare … anche l’evidenza. Irredimibili”. C’è poi chi ha mal digerito il documento pubblicato ieri scrivendo: “ Io non mi sento da zero e neanche la mia città penso sia in fondo ad una graduatoria di civiltà. Se poi voi pensate di esserlo mi dispiace e non per questo mi sento stupido”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.