LUN, 16 DICEMBRE 2019

“Trent’anni senza Sciascia – la sua memoria ha un futuro”, Matteo Collura ricorda Leonardo Sciascia

L’evento è in collaborazione con la casa editrice “La nave di Teseo” (scorri per leggere il resto)
“Trent’anni senza Sciascia – la sua memoria ha un futuro”, Matteo Collura ricorda Leonardo Sciascia

Trent’anni fa, esattamente il 20 novembre del 1989, il mondo della cultura subì una grande perdita con la scomparsa di Leonardo Sciascia a Palermo. Per ricordarlo, il giornalista e scrittore Matteo Collura terrà nel giorno dell’anniversario, mercoledì 20 novembre, alle ore 18:00, nella Biblioteca Lucchesiana di Agrigento, in via Duomo 94, la Lectio Magistralis dal titolo “Trent’anni senza Sciascia – la sua memoria ha un futuro”.

La conferenza sarà preceduta dalla proiezione di un filmato realizzato da Diego Romeo, che riguarda un breve colloquio tra Matteo Collura e la figlia di Leonardo Sciascia, Anna Maria, tenutosi nella casa di famiglia di Palermo.

L’evento è in collaborazione con la casa editrice “La nave di Teseo”.

La Biblioteca Lucchesiana, diretta da don Angelo Chillura, con questa importante iniziativa partecipa al progetto culturale della Città di Agrigento nel rendere omaggio a un conterraneo annoverato tra gli scrittori più grandi del secondo Novecento italiano.

Per Matteo Collura la Lectio Magistralis che terrà alla Lucchesiana di Agrigento sarà la conclusione di un ciclo di conferenze iniziato il 19 giugno a Palermo, al Comando della Legione Sicilia dei Carabinieri, e proseguito in varie città italiane ed europee con grande partecipazione di pubblico.

Collura, nato ad Agrigento nel 1945 e trasferitosi a Milano nel 1978 per seguire la carriera di giornalista dopo essersi dedicato alla pittura, è oggi editorialista de “Il Messaggero” e del “Corriere della sera”; biografo di Leonardo Sciascia e suo intimo amico, dopo avere ottenuto diversi premi letterari e giornalistici con il libro incentrato proprio sulla vita del Maestro di Regalpetra, continua ad apportare, dunque, tassello dopo tassello, importanti contributi all’opera di ricostruzione dell’attività culturale del grande scrittore, saggista, giornalista, politico, poeta, drammaturgo, critico d’arte e maestro di scuola elementare racalmutese.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.