GIO, 12 DICEMBRE 2019

Regione: via libera alla legge sulle modifiche dei confini tra Agrigento, Favara ed Aragona

Le modifiche sono state votate in un apposito referendum lo scorso 5 maggio (scorri per leggere il resto)
Regione: via libera alla legge sulle modifiche dei confini tra Agrigento, Favara ed Aragona

La Giunta regionale del presidente nello Musumeci con propria deliberazione, la n. 404 del 12 novembre 2019, ha approvato il disegno di legge: “Progetto di variazione territoriale dei confini dei Comuni di Agrigento, Favara e Aragona”.

La variazione dei confini, ratificata anche dal Referendum popolare del 5 maggio 2019, prevede:

1)- Il passaggio al Comune di Aragona dell’intero centro abitato denominato “Quattro strade” in prossimità della stazione ferroviaria di Aragona Caldare e lo scambio tra i due Comuni di porzioni di agglomerato industriale;

2) – Il passaggio dal Comune di Agrigento che cede al Comune di Favara il quartiere denominato “Favara Ovest” e acquisisce da Comune di Favara la porzione di agglomerato industriale ricadente sul territorio del Comune di Aragona, in una zona prossima all’ospedale San Giovanni di Dio di contrada Consolida, la porzione di area di contrada San Benedetto limitrofa all’agglomerato industriale;

3) – Il passaggio al Comune di Aragona di una porzione dell’agglomerato industriale ricadente sul territorio del Comune di Favara;

4) – Il passaggio al Comune di Agrigento di una porzione di territorio dell’agglomerato industriale e di una parte di territorio di contrada San Benedetto ricadente sul territorio di Favara.

“Il disegno di legge – ci dice l’on. Giovanni Di Caro, parlamentare regionale favarese del M5S, nel comunicarci la notizia – andrà adesso alle competenti Commissioni e dopo approverà all’ARS per la definitiva approvazione”.

Redazione

InfoAgrigento WebGiornale è una testata giornalistica nata del 2008, con ambito di interesse geografico legato alla provincia di Agrigento ed al contesto dell'informazione siciliana.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.