LUN, 10 AGOSTO 2020

La Prefettura dovrà riesaminare l’interdittiva antimafia alla Hydortecne

La decisione è stata presa dal consiglio di giustizia amministrativa (scorri per leggere il resto)
La Prefettura dovrà riesaminare l’interdittiva antimafia alla Hydortecne

Il Consiglio di Giustizia Amministrativa ha accolto il ricorso presentato dai legali della società Hydortecne che, come si ricorderà, fu colpita da una interdittiva antimafia da parte della Prefettura di Agrigento.

La società, “figlia” di Girgenti Acque, dopo essere stata raggiunta dal provvedimento interdittivo, successivamente fu commissariata. Ora, il Cga ha dato tempo alla Prefettura di Agrigento di rianalizzare il provvedimento di interdittiva antimafia entro il prossimo 20 aprile alla luce di alcune novità emerse nei mesi scorsi.

Il ricorso è stato presentato dagli avvocati Gabriele e Marco Giglio. Si tratta di un accoglimento condizionato, in quanto i giudici amministrativi di secondo grado hanno stabilito che la Prefettura dovrà rivalutare il provvedimento visto che lo scorso 30 dicembre l’Anac ha archiviato un procedimento contro la società Girgenti Acque.

L’udienza di merito è prevista per il prossimo 20 maggio.

Redazione

InfoAgrigento WebGiornale è una testata giornalistica nata del 2008, con ambito di interesse geografico legato alla provincia di Agrigento ed al contesto dell'informazione siciliana.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.