GIO, 22 OTTOBRE 2020

La procura di Agrigento ha sequestrato la Scala dei Turchi

C'è anche un indagato, MareAmico: "La procura arrivata prima della politica" (scorri per leggere il resto)
La procura di Agrigento ha sequestrato la Scala dei Turchi

Scala dei Turchi sotto sequestro. La Procura della Repubblica di Agrigento avrebbe infatti – secondo quanto riportato dall’agenzia AdnKronos – iscritto nel registro degli indagati colui che catastalmente risulta proprietario del bene candidato a Patrimonio Unesco.

L’ipotesi di reato contestata dalla magistratura agrigentina è di occupazione di demanio pubblico. L’indagine della Procura di Agrigento era stata aperta a carico di ignoti nei mesi scorsi per inosservanza delle norme a tutela dei beni artistici, culturali ed ambientali sulla situazione nella Scala dei Turchi.

La suggestiva marna bianca negli scorsi mesi è stata oggetto di cedimenti dal costone. Ad apporre i sigilli sarà ora la Guardia Costiera di Porto Empedocle.

Come si ricorderà, l’associazione ambientalista Mareamico Agrigento aveva denunciato pubblicamente “l’eccessiva cementificazione tutto intorno” che avrebbe “modificato il normale deflusso delle acque meteoriche”, nonché l’eccessiva “frequentazione dei luoghi”.

Proprio Claudio Lombardo, presidente dell’associazione MareAmico, ha commentato a caldo la vicenda dichiarando come “la giustizia sia arrivata prima della politica”: “Ora con l’area sotto sequestro partirà il processo di regolamentazione dell’area, finalmente”, ha concluso Lombardo.

Redazione

InfoAgrigento WebGiornale è una testata giornalistica nata del 2008, con ambito di interesse geografico legato alla provincia di Agrigento ed al contesto dell'informazione siciliana.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.