SAB, 31 OTTOBRE 2020

Emergenza coronavirus, appelli per rimanere a casa anche nella Settimana Santa

Saranno estesi i controlli da parte delle forze dell'ordine (scorri per leggere il resto)
Emergenza coronavirus, appelli per rimanere a casa anche nella Settimana Santa

“Non sono consentiti pranzi in forma allargata. NON possono essere invitati genitori, fratelli, sorelle nonni, cugini, fidanzati, amici, parenti”.

Lo scrive in un post su Facebook il Sindaco di Agrigento Lillo Firetto che ricorda le regole a cui attenersi in osservanza alle disposizioni nazionali e regionali in tema di contenimento da diffusione da Coronavirus.

Firetto elenca, in particolare, alcune delle regole da osservare: “Non uscire, se non per i motivi previsti di estrema necessità di salute o lavoro; non sono consentite scampagnate per pasquetta. A tale scopo ci sarà uno schieramento di forze di carabinieri, guardia di finanza, polizia, guardia forestale, polizia locale”.

I trasgressori rischiano una sanzione che va da € 400,00 a € 3.000,00.

“Non rendete inutili i sacrifici fatti finora – sottolinea il primo cittadino – . Ce ne usciremo se seguiremo le regole!”.

Il timore per il rischio assembramenti sembra coinvolgere anche la Prefettura di Agrigento che è a lavoro con gli uomini delle Forze dell’Ordine per cercare di monitorare la situazione sul territorio agrigentino nei giorni di Pasqua e Pasquetta. In particolare, verranno presidiati zone sensibili e i punti di ingresso e uscita delle città.

Redazione

InfoAgrigento WebGiornale è una testata giornalistica nata del 2008, con ambito di interesse geografico legato alla provincia di Agrigento ed al contesto dell'informazione siciliana.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.