LUN, 16 MAGGIO 2022

Rilancio Sicilia, la Regione offre 600mila pacchetti turistici per soggiornare nell’isola

La stagione turistica in Sicilia stenta a partire a causa del Covid-19, ma è già pronto un piano per provare a sbloccare la situazione (scorri per leggere il resto)
Rilancio Sicilia, la Regione offre 600mila pacchetti turistici per soggiornare nell’isola

La Regione è pronta a offrire circa 600mila pacchetti turistici a chi vorrà trascorrere le vacanze nell’isola. Nello specifico, verranno offerti la metà del prezzo del biglietto aereo e un terzo delle notti in hotel, dunque su tre notti una sarà gratis, oltre all’entrata gratuita nella maggior parte dei musei e dei siti archeologici della Sicilia.

L’annuncio è stato fatto da Manlio Messina, Assessore regionale al Turismo, allo Sport e allo Spettacolo, che ha affermato che si stanno mettendo a disposizione 50 milioni di euro per cercare di dare subito liquidità alle imprese e che il fondo verrà utilizzato da subito, mentre servizi e pacchetti saranno immessi sul mercato quando si riterrà di potere tornare a viaggiare, ciò potrebbe essere già a luglio-agosto oppure, per favorire la destagionalizzazione, da ottobre. Tutti i dettagli saranno comunque resi noti quando la Finanziaria sarà approvata.

Il progetto sarà supportato da un piano di comunicazione interno ed esterno arricchito da una piattaforma web e un’app.

D’altronde la Sicilia è la regione d’Italia più ricca di beni artistici e culturali riconosciuti come Patrimonio dell’Umanità dall’UNESCO, conta infatti sette siti (tra i quali la Valle dei Templi di Agrigento) su un totale di 51 presenti in tutta Italia. Ciò, insieme a tantissime altre bellezze naturalistiche, paesaggistiche e monumentali, la rende una delle mete turistiche più ambite per le vacanze.

Anche a livello nazionale si è già parlato di bonus vacanze, 150 euro per i single e 500 per le famiglie: si tratta di una misura contenuta nell’ultima bozza del “decreto rilancio”, una proposta per  sostenere il turismo, uno dei settori più duramente colpiti dalla crisi.

Inoltre notizie confortanti giungono da Giuseppe Conte, Presidente del Consiglio, che in una delle sue ultime dichiarazioni ha cercato di diffondere ottimismo parlando di vacanze estive senza quarantena. Il Premier, infatti, si è lanciato in un pronostico molto positivo, affermando che quest’estate non staremo al balcone e la bellezza del nostro Paese non rimarrà in quarantena, potremo andare al mare, in montagna, godere delle nostre città e sarebbe bello che gli Italiani trascorressero le ferie in Italia, anche se lo faranno in modo diverso, con regole e cautele.

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.