SAB, 15 AGOSTO 2020

Omicidio Lorena Quaranta, al via gli accertamenti tecnici non ripetibili

Proseguono le indagini sulla giovane favarese uccisa dal fidanzato in provincia di Messina (scorri per leggere il resto)
Omicidio Lorena Quaranta, al via gli accertamenti tecnici non ripetibili

Al via gli accertamenti da parte dei militari dell’Arma dei RIS nella casa del messinese dove si è consumato il delitto della giovane favarese Lorena Quaranta uccisa le notte fra il 30 e il 31 marzo a Furci Siculo.

Il pubblico ministero della Procura di Messina titolare del fascicolo di inchiesta ha infatti disposto i cosiddetti “accertamenti tecnici non ripetibili“.

Reo confesso dell’omicidio il ragazzo della giovane favarese, un 28enne calabrese che avrebbe confessato l’uccisione; restano però da chiarire alcuni aspetti e per questo gli inquirenti vogliono fare piena luce. Alcuni degli oggetti presenti in casa saranno ora analizzati.

 

Redazione

InfoAgrigento WebGiornale è una testata giornalistica nata del 2008, con ambito di interesse geografico legato alla provincia di Agrigento ed al contesto dell'informazione siciliana.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.