SAB, 30 MAGGIO 2020

“Scuola, la Didattica a Distanza tra perversione ed emozione”

Il nuovo video editoriale di Francesco Pira (scorri per leggere il resto)
“Scuola, la Didattica a Distanza tra perversione ed emozione”

Un uomo entra in un’aula virtuale e compie atti osceni e un bambino disegna la foto di fine anno che Covid-19 non gli permetterà di fare.
E’ accaduto in Puglia. Un uomo ha fatto irruzione durante una videolezione di alcuni bambini di scuola elementare ed ha iniziato a masturbarsi sotto gli occhi attoniti dei piccoli alunni e degli insegnanti. La dirigente scolastica ha presentato formale denuncia alla Polizia Postale e la Procura ha aperto un fascicolo per atti sessuali aggravati dalla presenza di minori e accesso abusivo a un sistema informatico.

Come racconta il Quotidiano di Puglia, gli agenti stanno cercando di risalire all’identità dell’uomo. La perversione. Ma andiamo all’emozione. Francesco, 9 anni, quarta elementare, ha disegnato a matita sul suo quaderno la foto di fine anno. Covid-19 impedirà lo scatto del fotografo. Ed ecco gli schizzi: ci sono tutti i suoi compagni e le cinque insegnanti della scuola elementare Renato Sclarandi di Torino che non vede da più di due mesi.

Il suo disegno, fatto con un’abilità sorprendente per un artista tanto giovane, scrive Repubblica, è finito sul tavolo della viceministra all’istruzione Anna Ascani (Pd) che lo ha pubblicato su Facebook.

Ne parla in questo video editoriale il giornalista Francesco Pira:

Redazione

InfoAgrigento WebGiornale è una testata giornalistica nata del 2008, con ambito di interesse geografico legato alla provincia di Agrigento ed al contesto dell'informazione siciliana.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.