MER, 08 LUGLIO 2020

Le lenzuola bianche, il ricordo di un eroe senza tempo

Il nuovo video editoriale di Francesco Pira (scorri per leggere il resto)
Le lenzuola bianche, il ricordo di un eroe senza tempo

Nell’era Covid-19 manifestazioni live sul web e tante testimonianze. Impossibile dimenticare Giovanni Falcone, la moglie e la scorta.

Sono passati 28 lunghi anni dal 23 maggio 1992 quando nei pressi di Capaci, sulla strada dall’aeroporto a Palermo, il giudice Giovanni Falcone, la moglie Francesca Morvillo, e gli agenti di scorta Vito Schifani, Rocco Dicillo e Antonio Montinaro sono stati uccisi dalla mafia in un attentato che è rimasto un pezzo di storia siciliana e italiana.

Tanti chili di tritolo sistemati all’interno di fustini in un cunicolo di drenaggio sotto l’autostrada sono stati fatti esplodere uccidendo sul colpo gli agenti Montinaro, Schifani e Dicillo. Un’ora e sette minuti dopo l’attentato, il giudice eroe Giovanni Falcone muore dopo vari tentativi di rianimazione. Francesca Morvillo, sua moglie, muore invece alle 22:00.

Oggi nell’era Covid-19 lenzuola bianche e tante testimonianze sul web e sui social. Ne parla nel suo nuovo video editoriale il giornalista Francesco Pira:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.