GIO, 26 NOVEMBRE 2020

Operazione dei Carabinieri contro la pesca di frodo, tre catanesi nei guai

Operazione portata avanti dagli uomini dell'Arma (scorri per leggere il resto)
Operazione dei Carabinieri contro la pesca di frodo, tre catanesi nei guai

Sono tre gli uomini fermati e sanzionati dai militari del Norm dell’Arma dei Carabinieri intenti a effettuare pesca di frodo nelle coste agrigentine.

I tre uomini, di origine catanese – contravvenendo alle normative anti-Covid che vietano lo spostamento da un comune all’altro senza valida giustificazione – sono stati destinatari di contravvenzioni per un importo complessivo di 8500 euro e si sono visti sequestrare tutta l’attrezzatura per la pesca subacquea e l’imbarcazione.

I pescatori sono stati fermati al porticciolo di San Leone, dove erano appena arrivati a bordo di un’imbarcazione di circa 4 metri (trasportata su un carrello da Catania), intenti a scaricare un grosso quantitativo di ricci di mare appena pescati.

A segnalare gli uomini un passante che ha subito allertato i militari dell’Arma. Scattato il controllo i Carabinieri hanno accertato che si trattava di pescatori di frodo facendo così scattare le contravvenzioni e il sequestro.

Redazione

InfoAgrigento WebGiornale è una testata giornalistica nata del 2008, con ambito di interesse geografico legato alla provincia di Agrigento ed al contesto dell'informazione siciliana.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.