LUN, 12 APRILE 2021

Omicidio Naro, confermata in appello pena a 30 anni per padre e figlio

L'omicidio avvenne nell'estate del 2018 (scorri per leggere il resto)
Omicidio Naro, confermata in appello pena a 30 anni per padre e figlio

Confermata dai giudici della Corte di Appello di Palermo la sentenza di primo grado emessa dal Gup del Tribunale di Agrigento per due uomini, padre e figlio, accusati dell’omicidio di Costantin Pinau, il bracciante agricolo, ucciso a colpi di zappa e bastone nell’estate del 2018.

Si tratta di un 45enne e un 20enne, connazionali della vittima, che ora dovranno anche risarcire la moglie e i figli della vittima che si sono costituiti parte civile nel processo.

La condanna, per entrambi, è di 30 anni di reclusione. Secondo la ricostruzione dei fatti, i due (accompagnati dalla moglie che però è oggetto di un diverso procedimento giudiziario)  avrebbero colpito ripetutamente con una zappa e un bastone la vittima per presunti dissidi fra le due famiglie.

Probabile che ora i legali dei due si rivolgeranno alla Cassazione.

Redazione

InfoAgrigento WebGiornale è una testata giornalistica nata del 2008, con ambito di interesse geografico legato alla provincia di Agrigento ed al contesto dell'informazione siciliana.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.