SAB, 12 GIUGNO 2021

Frodi informatiche, un pericolo per tutti

Un fenomeno in larga espansione, registrata in un anno una crescita pari al 54,81% (scorri per leggere il resto)
Frodi informatiche, un pericolo per tutti

Il mondo di Internet è probabilmente sinonimo di abbattimento delle barriere e delle frontiere. Ma è anche un mondo ampio, forse troppo per poter essere completamente “navigato” affondo. Tanto è vero che oggi si parla sempre più di educazione digitale, per abituare le persone ad un uso consapevole degli strumenti informatici e di internet stesso, per evitare di finire vittime del cosiddetto deep web o di incorrere, ancora peggio, nelle frodi informatiche, purtroppo sempre più frequenti.

Queste ultime, in particolare, sono sempre più frequenti e riguardano ogni campo della Rete. Si tratta di reati informatici, paragonabili a qualsiasi tipo di reato. Cambia solo il campo di applicazione, perpetrato per l’appunto sul web e non di persona. Reati di varia natura puniti dal Codice Penale e, dicevamo, sempre più frequenti e rintracciabili. La Polizia Postale, negli ultimi anni, ha isolato anche una casistica di frodi informatiche, ciascuna delle quali ha oggi un nome ed una specifica identificazione.

Con la pandemia le frodi si sono spaventosamente ingrandite. In particolare quella chiamata vishing, che comprende telefonate fake, soprattutto a persone disagiate, in cui si promette aiuto e qualche sostegno utile alla condizione della vittima inconsapevole. O il phishing, forse la più celebre tra le frodi informatiche, consistente nel semplice e dannoso furto di identità. E per furto si intende, insomma, furto di ogni aspetto privato della persona frodata. Sono molti i campi in cui le frodi informatiche avvengono ed uno di questi è il mondo del gioco d’azzardo. Un fenomeno in larga espansione, al punto da registrare in un anno una crescita pari al 54,81%.

Ma dove di certo non mancano le frodi, stando al “Global Consumer Pulse Study” varato da TransUnion: nel caso delle frodi si parla di un aumento del 48,40% per il gambling online, con il “Gold Farming” preponderante tra tutti i tipi di frode. Proprio per questo l’industria dei casinò online AAMS ha da tempo messo in campo una serie di sistemi per prevenire il rischio frodi e, se non altro, aumentare il tasso di sicurezza. La crittografia, in particolare il sistema SSL, ha apportato indubbi vantaggi e benefici all’intera filiera dal momento che quest’ultimo sistema agisce in maniera tale da bloccare  l’interferenza di terze parti tra due server che comunicano. Il che va ad aumentare la sicurezza anche e soprattutto per le transizioni di denaro, che sono il principale motivo per il quale ci si imbatte in frodi informatiche quando si parla di gioco.

Redazione

InfoAgrigento WebGiornale è una testata giornalistica nata del 2008, con ambito di interesse geografico legato alla provincia di Agrigento ed al contesto dell'informazione siciliana.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.