DOM, 19 SETTEMBRE 2021

Terremoto giudiziario in Girgenti Acque, otto i fermati e 80 gli indagati

Indagine di Guardia di Finanza e Dia (scorri per leggere il resto)
Terremoto giudiziario in Girgenti Acque, otto i fermati e 80 gli indagati

L’operazione di Polizia giudiziaria coordinata dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Agrigento vede al momento fermati responsabili ed ex vertici della società che gestisce il servizio di distribuzione idrica in gran parte dei comuni della provincia di Agrigento.

Carabinieri, Guardia di Finanza e personale della Direzione Investigativa Antimafia, stanno eseguendo una serie di misure cautelari personali nei confronti di un presunto sodalizio dedito alla commissione di una pluralità di illeciti.

Le ipotesi di reato per le quali si sta procedendo sono quelle di associazione a delinquere finalizzata alla commissione di delitti contro la Pubblica Amministrazione, frode in pubbliche forniture, furto, ricettazione, reati tributari, societari e in materia ambientale. Al centro della vicenda, la società per azioni Girgenti Acque, gestore unico del servizio idrico integrato della provincia di Agrigento, destinataria di certificazione interdittiva antimafia nel novembre del 2018.

Tra gli indagati figurerebbero imprenditori, professionisti, politici di rilievo nazionale, funzionari pubblici con responsabilità di vertice e appartenenti alle forze dell’ordine. Si tratta dell’inchiesta avviata dieci anni fa e che ora coinvolge un centinaio le persone.

fonte siciliaonpress

Redazione

InfoAgrigento WebGiornale è una testata giornalistica nata del 2008, con ambito di interesse geografico legato alla provincia di Agrigento ed al contesto dell'informazione siciliana.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.