LUN, 16 MAGGIO 2022

Ravanusa, adesso si lavora per la rimozione delle macerie

L'area del disastro è sotto sequestro (scorri per leggere il resto)
Ravanusa, adesso si lavora per la rimozione delle macerie

Un bilancio tragico quello di Ravanusa: nove morti e due superstiti. Dopo il ritrovamento degli ultimi due corpi nel pomeriggio di ieri, a Ravanusa i lavori ora riguarderanno la rimozione delle macerie.

Un’area di circa 10 mila metri quadrati era stata posta sotto sequestro. L’obiettivo di investigatori e inquirenti è individuare il punto in cui vi è stata la – probabile – rottura della tubatura del gas che ha provocato – nella serata di sabato scorso – la violenta esplosione.

Si tratta del primo passaggio di una inchiesta ancora alle fasi iniziali e che permetterà – eventualmente – di individuare presunti responsabili.

L’inchiesta condotta dalla Procura della Repubblica di Agrigento è di disastro colposo e omicidio colposo plurimo. I magistrati agrigentini sono coadiuvati da un pool di esperti che stanno cercando di mappare l’intera rete del gas per capire cosa sia accaduto.

Redazione

InfoAgrigento WebGiornale è una testata giornalistica nata del 2008, con ambito di interesse geografico legato alla provincia di Agrigento ed al contesto dell'informazione siciliana.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.