SAB, 24 AGOSTO 2019

arresto Archivi - infoAgrigento.it

image

E’ iniziato tutto con una conversazione durante una mattina di gennaio

La storia che ha portato all’arresto di Fabrizio La Gaipa ‘naviga’ tra politico e giudiziario: i misteri di una mail inviata allo staff di Grillo, i dissapori di tanti attivisti grillini per la candidatura dell’imprenditore, la conversazione dove l’indagato richiede 780 Euro dalla busta paga del suo dipendente che però, in un’intervista, smentisce di essere stato lui a denunciarlo. Ecco i contorni di una vicenda che ancora sembra avere molto da dire

image

Licata, colpisce al volto barista: arrestato algerino di 27 anni

Sabato movimentato a Licata; i carabinieri della Compagnia della cittadina agrigentina, hanno tratto in arresto, in flagranza di reato, per tentato omicidio e porto abusivo di armi, il cittadino algerino Sharma Kawal, 27 anni. Ii militari dell’Arma, sono intervenuti presso il bar denominato “Arcobaleno” nel quartiere Oltreponte, dove poco prima il proprietario dell’attività lavorativa, S.A., 55 anni, di Licata era stato aggredito e colpito alla testa con una grossa pietra

image

“Postepay”: arresti per droga a Licata

Dall’alba di questa mattina, una sessantina di militari della Guardia di Finanza sono impegnati nell’esecuzione dell’operazione antidroga “postepay”, che ha permesso di smantellare una fitta rete spacciatori di cocaina, hashish e marijuana operante nei comuni di Licata, Palma di Montechiaro, Canicattì e Camastra, nonché nel catanese e in alcuni comuni della provincia di Caltanissetta . Le fiamme gialle hanno tratto in arresto Giovanni Corsaro 27 anni, catanese, Concetto Salvatore Raimondo,

image

Evasione dai domiciliari: arrestato empedoclino

I poliziotti della Squadra Volanti del Commissariato di Porto Empedocle, diretti dal vice questore Cesare Castelli, hanno arrestato Antonio Falzone Antonio, di 26 anni, sorpreso fuori dalla propria abitazione mentre si trovava agli arresti domiciliari. In particolare, i poliziotti, avendo fondato sospetto che il Falzone potesse trovarsi presso l’abitazione del fratello, sottoposto alla misura cautelare degli arresti domiciliari, sita a poche decine di metri, si recavano in detto luogo ove

image

Scandalo alla Regione: Crocetta ringrazia magistrati e finanziari

“Esprimo con profonda convinzione, ritenendo di interpretare il pensiero della maggior parte dei siciliani, grande gratitudine nei confronti della magistratura e della guardia di finanza, che hanno svolto le indagini su episodi di corruzione registrati negli anni precedenti all’assessorato al Turismo e che hanno portato all’arresto di circa 17 funzionari ed amministratori e all’indagine per altri 23, compresi vari esponenti politici. L’azione della magistratura aiuta la Regione e il popolo

image

Aumentano i furti di rame in provincia

Con la crisi economica sempre più dirompente, un certo quantitativo di rame fa gola a tanti, specie se in condizioni sociali disagiate: non sorprende quindi, che tra ferrovie e cavi elettrici, siano tanti i furti del prezioso materiale perpetuati negli ultimi tempi, ma in questi giorni sembra esserci stato un vero e proprio boom in tal senso. Sono migliaia infatti i furti di rame registrati ogni anno in tutta Italia, commessi

image

Agrigento. Ventunenne in manette per drogra

I militari del nucleo operativo e radiomobile hanno tratto in arresto per detenzione illecita di sostanza stupefacente ai fini di spaccio, Gallo Cassarino Daniele, Agrigentino di 21 anni, celibe e disoccupato. Il giovane si trovava piazza Manzoni e, a seguito di perquisizione personale, è stato trovato in possesso di 54,14 grammi di sostanza stupefacente tipo marijuana, suddivisa all’interno di 4 involucri di cellophane. Durante una ulteriore perquisizione effettuata presso il

image

Porto Empedocle, lite familiare in via Lincoln: un arresto

I poliziotti del Commissariato di Porto Empedocle, diretti dal vice questore Cesare Castelli, hanno tratto in arresto, nella flagranza di reato, l’empedoclino Francesco Lo Giudice di 50 anni, poiché resosi responsabile dei reati di resistenza, danneggiamento aggravato, lesioni personali, oltraggio minacce gravi e violenza a pubblico ufficiale.   Lo stesso dopo essersi recato presso l’abitazione della ex moglie in via Lincoln, è andato in escandescenze aggredendo i poliziotti che nel

image

“Operazione Kamarat”: arrestato Salvatore Costanza

I Carabinieri del Nucleo Operativo della Compagnia di Cammarata, ad integrazione dell’operazione denominata “Kamarat” che ha già portato all’arresto di 5 esponenti di Cosa Nostra, coordinata dal Sostituto Procuratore della Repubblica presso il Tribunale di Palermo – Direzione Distrettuale Antimafia Dott. Giuseppe Fici, hanno arrestato Salvatore Costanza,  di 42 anni, imprenditore edile di San Giovanni Gemini, ritenuto facente parte della famiglia mafiosa di Cammarata (AG), e responsabile del reato di

image

“Self – service”: l’architetto Vullo torna libero

Accogliendo il ricorso degli avvocati Enrico e Fabio Quattrocchi, il tribunale del Riesame di Palermo ha annullato le misure cautelari emesse nei confronti dell’architetto Alfonso Vullo, 34 anni, di Agrigento coinvolto nell’inchiesta denominata “Self Service” in ordine ad un giro di presunte tangenti pagate all’Ufficio urbanistica del comune di Agrigento, in cambio di concessioni edilizie.

image

Ma quale fiducia nelle Istituzioni ad Agrigento???

La recente operazione condotta dalla mobile e dalla digos di Agrigento, che ha coinvolto 12 “autorevoli professionisti” agrigentini, alcuni dei quali alle dirette dipendenze di Palazzo dei Giganti, non ha fatto altro che alimentare l’insofferenza dei cittadini verso la cosa pubblica, ed in particolare, il metodo di amministrare la nostra città. Su facebook se ne leggono di cotte e di crude: chi chiede a gran voce il licenziamento in massa

image

Rapina a danno di un medico: arrestati fratelli di Favara

I Carabinieri di Agrigento hanno dato esecuzione all’ordinanza di custodia cautelare emessa dal G.I.P. del Tribunale di Agrigento nei confronti di due fratelli favaresi, Luparello Carmelo di anni 33, e Luparello Giuseppe di anni 24. I due sono ritenuti responsabili della rapina perpetrata ai danni del medico dentista Luigi Galatioto Luigi il 21 ottobre dello scorso anno ad Agrigento, nel corso della quale sono stati asportati 10.000 euro in contanti