LUN, 30 MARZO 2020

procura Archivi - Pagina 2 di 2 - infoAgrigento.it

image

San Leone: la Procura dissequestra il pontile

L’Amministrazione comunale comunica che, a seguito dell’apposita istanza del Sindaco di Agrigento, la Procura della Repubblica, condividendo le motivazioni ivi contenute, ha disposto il dissequestro del pontile comunale all’interno del porticciolo turistico di San Leone che, pertanto, ritorna nella piena disponibilità dell’ente locale.

image

Conclude le indagini preliminari dell’inchiesta “Cash flow”

La Procura della Repubblica di Gela ha concluso le indagini nell’ambito dell’inchiesta “Cash flow” e si appresta a inviare gli avvisi a tutti gli indagati, tra i quali risulta l’imprenditore ‘agrigentino Giuseppe Deni. Gli inquirenti avrebbero smantellato due associazioni dedite alle truffe, alle finanziarie ed alla riabilitazione dei protesti tramite attestazioni contraffatte. Quest’ultimo filone di inchiesta, vede coinvolto Giuseppe Deni, insieme alla sua ex compagna, Roberta Lala e all’ex allenatore

image

Favara, inchiesta su presunti appalti truccati: 3 arresti e 30 indagati

Il nucleo di Polizia Tributaria della Guardia di Finanza di Agrigento,in esecuzione di una ordinanza emessa dal Giudice per le indagini preliminari dr Alberto Davico su richiesta del Procuratore della Repubblica Aggiunto Ignazio Fonzo e del Sostituto Procuratore Giacomo Forte, dipartimento reati contro la Pubblica Amministrazione ha tratto in arresto i seguenti soggetti Nicolò Costanza cui è stata applicata la custodia cautelare in carcere, Giacomo Sorce e Michelangelo Palumbo, a cui

image

Inchiesta UTC Palma di Montechiaro: si dimette il Sindaco Bonfanti

Era nell’aria già da giorni ed anche se venerdì, nel corso di un consiglio comunale straordinario, aveva annunciato l’intenzione di andare avanti nella guida della città, erano in molti a scommettere che il primo cittadino di Palma di Montechiaro, Rosario Bonfanti, avrebbe rassegnato le dimissioni. Il Sindaco, eletto nel 2010, aveva ricevuto un avviso di garanzia per l’inchiesta su presunti appalti pilotati nell’ufficio tecnico del comune della città del Gattopardo;

image

Droga: un arresto a Sciacca

La Guardia di Finanza di Sciacca, ha arrestato Raffik Barisr di anni 33, originario della Tunisia, per detenzione a fini di spaccio di sostanza stupefacente . In particolare con l’ausilio del cane antidroga delle fiamme gialle “urlo”, i militari hanno rintracciato, su un autobus di linea sulla tratta “Palermo-Sciacca”, l’uomo che trasportava in una busta di plastica gettata tra i piedi tre panetti di hashish per complessivi 300 grammi. L’arrestato

image

Inchiesta “Fondazione Teatro Pirandello”: Guardia di Finanza al Municipio

Le fiamme gialle, questa mattina, si sono presentate ai portoni di palazzo dei Giganti; l’obiettivo era acquisire quanta più documentazione possibile nell’ambito dell’inchiesta sulla Fondazione Teatro Pirandello e sull’organizzazione della Sagra del Mandorlo in Fiore 2012, per la quale nei giorni scorsi sono stati inviati dalla Procura gli avvisi di garanzia. Da quello che si apprende, non solo la Sagra del 2012, ma anche quelle del 2011 e del 2013

image

Cemento depotenziato all’IPIA: inchiesta della Procura

La reazione della Procura di Agrigento non si è fatta attendere: è stata infatti aperta una inchiesta per accertare eventuali responsabilità penali in ordine alla realizzazione dell’IPIA Enrico Fermi di Agrigento. L’edificio scolastico sarebbe stato costruito oltre 30 anni fa, utilizzando cemento depotenziato.   Nel frattempo è stato già firmata l’ordinanza di sgombero della scuola: tutti gli studenti saranno costretti a fare i doppi turni in altre strutture scolastiche della

image

SAGRA 2011: SUL SITO DEL COMUNE DELIBERA INCOMPLETA

Della ormai, purtroppo, famosa delibera di affidamento diretto della 65esima edizione della Sagra del Mandorlo in fiore da parte della Giunta Zambuto, si è ormai detto (quasi) tutto. In città c’è profonda indignazione per quello che appare come un “atto amministrativo” degno della peggiore prima repubblica, quella, per intenderci, del latrocinio legalizzato. I disoccupati, i giovani, gli agrigentini onesti che pagano centinaia di euro di tasse per servizi quasi sempre

image

Le “nuove frontiere” dell’immigrazione clandestina: sgominata organizzazione a Palma

Non solo i viaggi della speranza nel canale di Sicilia: a Palma di Montechiaro erano riusciti a mettere in piedi una sorta di agenzia per facilitare l’ingresso di extracomunitari in Italia, con tanto di accoglienza, ristoro e “lasciapassare” per l’Europa. Sede operativa dell’organizzazione, gestita da 4 agrigentini, un casolare di contrada Cala Vicinzina, nelle campagne di Palma di Montechiaro. Il blitz è scattato attorno alle 2 del mattino, quando i poliziotti