GIO, 06 OTTOBRE 2022

procuratore Archivi - infoAgrigento.it

image

Lampedusa, scontro a distanza tra Di Natale ed Enrico Letta

E’ scoppiata una polemica a distanza tra il presidente del Consiglio dei ministri, Enrico Letta, ed il Procuratore della Repubblica di Agrigento, Renato Di Natale. Casus belli, è l’inchiesta per immigrazione clandestina per i quali sono indagati i sopravvissuti al naufragio del 3 ottobre scorso a Lampedusa, il quale una settimana fa ha causato più di 300 vittime. Sul punto, pochi giorni fa in una conferenza stampa tenuta presso il

image

Blitz dei Carabinieri all’Ispettorato del Lavoro di Agrigento

Ispettorato del Lavoro in subbuglio questa mattina, per un blitz  dei carabinieri del Nucleo operativo e radiomobile della Compagnia di Agrigento effettuato all’interno della sede dell’ente posta al Villaggio Mosè, in via Leonardo Sciascia. I militari dell’Arma hanno bloccato in entrata e in uscita ogni accesso all’ufficio. L’indagine è stata promossa dalla Procura della Repubblica di Agrigento su iniziativa del sostituto procuratore Giacomo Forte. Il controllo odierno mira a verificare

image

Borgo Scala dei Turchi, la Procura apre un’inchiesta

Dopo i giorni di aspri dibattiti e di intense polemiche, adesso la Procura della Repubblica di Agrigento vuole vederci chiaro: è stato infatti aperto un fascicolo per verificare la regolarità di tutto l’iter che ha portato alla costruzione delle villette a schiera di lusso ed esclusive tra la Scala dei Turchi e Lido Rossello, in territorio di Realmonte. A seguire il caso saranno il procuratore aggiunto Ignazio Fonzo ed il

image

ATO IDRICO: il sindaco scrive al commissario

Marco Zambuto ha trasmesso due note con le quali richiede informazioni urgenti al Commissario straordinario-liquidatore dell’ATO idrico, e per conoscenza al Presidente della Regione Siciliana, all’Assessore regionale per l’energia ed i servizi di pubblica utilità, al Dirigente generale del Dipartimento dell’acqua e dei rifiuti ed al Procuratore della Repubblica di Agrigento, relativamente alle problematiche del servizio idrico in città ed al funzionamento della rete fognaria. In particolare Marco Zambuto chiede

image

Forniture ASP: due arresti e 10 indagati

Il gip del Tribunale di Agrigento, Alberto Davico, su richiesta del procuratore aggiunto, Ignazio Fonzo e del sostituto procuratore Giacomo Forte, ha disposto gli arresti per due indagati: ai domiciliari vanno Anna Licitra, imprenditore originario di Nicosia in provincia di Enna di 57 anni e Corrado Di Salvo, imprenditore di Agrigento del settore del gas medicale di 49 anni. La vicenda è relativa all’inchiesta della Procura in merito alcune forniture

image

Caso CEAMA: le Fiamme Gialle contestano a Grado 500mila euro di compensi illeciti

Le Fiamme Gialle di Agrigento hanno recentemente concluso un controllo fiscale nei confronti dell’ex direttore della cassa Edile di Agrigento, scaturito da pregresse indagini delegate dalla locale Procura . In particolare, i militari del Nucleo del Nucleo PT hanno dapprima svolto un’indagine di polizia giudiziaria (per la quale nei giorni scorsi i PM hanno emesso gli avvisi di conclusione delle indagini preliminari), e successivamente eseguito un controllo fiscale contestando ai

image

Inchiesta UTC Palma di Montechiaro: si dimette il Sindaco Bonfanti

Era nell’aria già da giorni ed anche se venerdì, nel corso di un consiglio comunale straordinario, aveva annunciato l’intenzione di andare avanti nella guida della città, erano in molti a scommettere che il primo cittadino di Palma di Montechiaro, Rosario Bonfanti, avrebbe rassegnato le dimissioni. Il Sindaco, eletto nel 2010, aveva ricevuto un avviso di garanzia per l’inchiesta su presunti appalti pilotati nell’ufficio tecnico del comune della città del Gattopardo;

image

La mafia agrigentina ai vertici di Cosa Nostra

E’ stata presentata a Roma la relazione annuale della Direzione Nazionale Antimafia, inerente le attività svolte dal Procuratore nazionale antimafia e dalla Direzione nazionale antimafia e le dinamiche e le strategie della criminalità organizzata di tipo mafioso nel periodo dall’1° luglio 2011 al 30 giugno 2012. Nel documento, per quel che riguarda il nostro territorio, emerge come la mafia agrigentina sia un’organizzazione criminale che negli ultimi anni ha conquistato un