LUN, 16 DICEMBRE 2019

stipendi Archivi - infoAgrigento.it

image

Consiglio comunale, Vassallo: “assurde le risposte dell’amministrazione”

Il Consigliere Comunale di Agrigento Alfonso Vassallo, esprime il proprio rammarico nei confronti delle risposte date dall’Amministrazione Comunale nella mattinata odierna in seduta Consiliare dedicata alle Question Time. “Sono assurde le risposte che mi sono state date dall’Amministrazione, ho posto quesiti importanti sulla mancata partecipazione ai bandi sugli impianti sportivi, sulle opere di metanizzazione dei centri urbani periferici, sull’aumento della Tares che ci sarà a seguito dell’aumento della spesa per

image

Rifiuti. Messina (CCIAA): “Il servizio in house può essere un vantaggio per imprese e cittadini”

“Il ritorno in house della gestione della raccolta e smaltimento dei rifiuti può essere un’opportunità, a vantaggio di tutti, per migliorare il servizio e ridurne i costi”. Lo afferma il presidente della Camera di Commercio Vittorio Messina che valuta positivamente il dibattito che si sta sviluppando tra il consiglio comunale e l’amministrazione attiva di Agrigento in questa direzione. “Il sistema delle imprese e gli stessi cittadini potrebbero trarre grandi benefici

image

Tares, intervento del gruppo consiliare del PRC di Favara

In merito alla “Determinazione del Consiglio comunale sulle rate e sulle scadenze di versamento del tributo comunale sui servizi per l’anno 2013”, ovvero la TARES e sulla necessità di riportare il provvedimento in aula per la votazione di alcune modifiche dopo l’approvazione del 19 giugno scorso si registra oggi l’intervento del consigliere comunale del PRC di Favara Antonio Palumbo. “Il ritorno del punto in aula e l’ennesimo spreco di denaro

image

Vertenza netturbini, la CGIL: “dove sono finiti i soldi per pagare gli stipendi?”

La Regione si era impegnata a versare le risorse economiche sotto forma di prestito ai comuni entro il 30 di aprile, al fine di poter pagare i debiti arretrati con l’ATO e questa pagare le aziende che hanno debiti con i lavoratori che devono ricevere le mensilità di ottobre, novembre e dicembre 2012, ma alla data odierna non sembra esserci alcuna novità e allora il Segretario Generale della FP CGIL

image

Soppressione delle Province: vivace dibattito a Sala Giglia

I lavori del Consiglio Provinciale di ieri sera sono stati caratterizzati, come era prevedibile, da un ampio dibattito politico sull’ennesima linea scelta dal governatore della Regione Sicilia Rosario Crocetta. Il Consiglio ha respinto all’unisono la proposta dell’on Crocetta di chiudere le Province e trasformarle in consorzi di comuni con una base territoriale di 150 mila abitanti. I lavori presieduti da Raimondo Buscemi sono stati aperti dall’intervento di Carmelo D’Angelo che

image

Vigili del Fuoco, esplode la rabbia dei volontari discontinui: “Non ci pagano da agosto”

Afferma un detto che “al peggio non c’è mai fine”; ed in effetti, nella nostra provincia, esplode un caso al giorno, tra ponti crollati, scandali, scioperi e così via. Ma quello che maggiormente preme ed infastidisce la società civile, in un momento di crisi profonda come quella attuale, è la mancanza dei pagamenti degli stipendi a gente che fa onestamente il proprio lavoro. Non solo i netturbini delle ditte collegate

image

RIFIUTI, A RISCHIO GLI STIPENDI DEI LAVORATORI: NUOVA EMERGENZA ALL’ORIZZONTE

Problemi a non finire per l’ATO Gesa AG 2. La ditta Catanzaro Costruzioni, che gestisce la discarica di Siculiana dove vengono conferiti i rifiuti dell’agrigentino, ha pignorato la somma di 621mila euro alla società d’ambito per debiti pregressi che risalgono a cinque anni addietro. Ciò significa che, per mancanza di liquidità, adesso, GESA non sarà più in grado di erogare alla ditte che gestiscono il servizio di raccolta e conferimento

image

I CONTI IN TASCA ALLA POLITICA SICILIANA: MILIONI DI EURO BRUCIATI

La Sicilia è sempre stata terra di contraddizioni. E lo sappiamo bene. Ma oggi più che mai è anche la patria delle sperequazioni sociali ed economiche. In particolare tra gli “eletti”, i nuovi nobili della rinata aristocrazia siciliana e la stragrande maggioranza degli “elettori”, vasta classe sociale che comprende vassalli, valvassori, servi e morti di fame (non per scelta). Cerchiamo di entrare meglio nel dettaglio. Oggi, nel 2010, un lavoratore,